Corriere Comunicazioni: “PTC: IoT e CAD, matrimonio vincente”

Non è un caso che Rob Gremley sia stato scelto per dirigere la nuova business unit di PTC dedicata all’Internet of Things (IoT); Gremley è, infatti, un profondo conoscitore del core business del gruppo di Needham, il software CAD, e delle esigenze che contraddistinguono i clienti del settore manifatturiero.

Rob Gremely, Executive Vice President, Product Development & Corporate Marketing, PTC

Rob Gremely, Executive Vice President, Internet of Things (IoT), PTC

È stato proprio osservando la crescente propensione delle imprese a collegare tra loro i macchinari e i processi di progettazione che PTC ha deciso di far evolvere la propria offerta, acquisendo società specializzate negli analytics per l’IoT e avviando un percorso di integrazione della propria proposizione a livello globale. La prossima sfida? La semplicità d’uso.

Come si è evoluto il vostro business?
Gremley: Negli ultimi 15 anni abbiamo consolidato la leadership nell’ambito dei software Cad per il settore manifatturiero, ampliando il portafoglio e puntando sulla gestione del ciclo di prodotto e sulle soluzioni che hanno permesso al mercato di sostenere i processi di internazionalizzazione.

Quando, circa tre anni fa, abbiamo capito che i clienti stavano cominciando a connettere le proprie macchine a Internet, come fornitori di tecnologie abbiamo sentito l’obbligo di continuare ad affiancarli in questa evoluzione. Così dopo aver verificato le enormi potenzialità dell’impatto dell’IoT sul manufacturing, ci siamo trovati di fronte a un bivio. Avremmo dovuto sviluppare una soluzione in proprio oppure sarebbe stato meglio cercare le risorse all’esterno?

Avete scelto la seconda strada.
Gremley: Nel 2013 c’è stata l’acquisizione di Thingworx, una società piccola ma incredibilmente dinamica e specializzata nelle comunicazioni tra oggetti. Poi è stata la volta di Axeda, che ci ha permesso di creare un’unica proposition IoT grazie all’integrazione di uno degli ecosistemi di analytics più performanti del mercato. Infine, poche settimane fa, abbiamo acquisito Coldlight, altra piccola azienda ma estremamente all’avanguardia per quanto riguarda l’analisi dei big data e le funzionalità avanzate di apprendimento.

Il nostro business principale è il CAD, e ora lo stiamo collegando a tutte le soluzioni IoT di cui disponiamo: storicamente non c’è mai stata una connessione tra la dimensione dell’industrial design e la fase di test, stiamo esplorando un mondo nuovo che, ne sono convinto, rinvigorirà le applicazioni CAD.

Leggete l’intero articolo apparso su www.corrierecomunicazioni.it.

Per capire di più come PTC prevede che CAD e IoT interagiranno in futuro, guardate questo breve video:

 

Questo articolo è stato pubblicato in Nella Stampa, Novità di PTC Creo 3.0, Progettazione rivoluzionata, Tecnologia di Creo, Uncategorized, Vantaggi di Creo e ha le etichette , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>