Gli strumenti CAD devono offrire flessibilità di modellazione

L’ingegneria è per definizione l’applicazione di principi scientifici e matematici per la risoluzione di problemi.

La risoluzione dei problemi è intrinsecamente un processo fluido, che continua a fluire ed evolversi finché non viene trovata una soluzione finale.

Di conseguenza, l’ottimizzazione della progettazione di un nuovo prodotto deve prevedere esplorazione, iterazione, modifica, test e rimodifica. Finché un ideale, un prototipo o un modello non fallisce, infatti, è pressoché impossibile ottimizzarlo.

Il software CAD, pertanto, deve essere anche intrinsecamente flessibile, in modo da consentire ai modelli CAD di assorbire e rispondere alle modifiche senza un impegno significativo o senza che l’utente debba ricreare ex novo il modello.

Nonostante i progressi nel software CAD abbiano notevolmente migliorato la capacità degli ingegneri di progettare prodotti innovativi e abbiano ridotto il time-to-market, apportare modifiche resta problematico.

Gli strumenti CAD ostacolano la flessibilità di progettazione?

La modellazione parametrica fornisce agli ingegneri un approccio ingegneristico alla progettazione che richiede di prevedere e definire vincoli, relazioni e dipendenze delle feature affinché qualsiasi modifica di progettazione determini l’aggiornamento di tutta la geometria a valle correlata.

Gli esperti di CAD utilizzano queste relazioni per apportare modifiche potenti e intelligenti. Un’unica modifica determina aggiornamenti in tutte le parti associate.

Questo approccio rappresenta la soluzione ideale per le attività di progettazione in cui al progettista vengono forniti criteri precisi per soddisfare rigorosi requisiti di estetica dei progetti, metriche delle prestazioni e produzione.

Tutto questo impegno e tutta questa pianificazione iniziali aggiuntivi garantiscono importanti vantaggi a valle.

Spesso, tuttavia, costringono gli utenti a restare vincolati ai progetti proposti fin dalle prime fasi del processo, in parte a causa del fatto che apportare modifiche può essere estremamente difficoltoso.

I modelli creati in vari sistemi di modellazione parametrica sono talvolta difficilmente modificabili da ingegneri che utilizzano diversi sistemi CAD.

Quando questi modelli parametrici vengono importati, non sono disponibili meccanismi per avviare modifiche, pertanto gli utenti devono rimuovere e ricreare diverse porzioni della geometria che devono essere modificate tramite parametri e feature.

Nuove funzionalità CAD agevolano la flessibilità

Fortunatamente, nelle applicazioni CAD sono stati introdotti alcuni miglioramenti funzionali che hanno accresciuto la flessibilità di progettazione.

Esaminiamo tre funzionalità relativamente nuove che consentono di unire gli aspetti migliori di entrambi i paradigmi.

  • Modifiche dirette ai modelli per feature.Gli approcci di modellazione parametrica per feature continueranno a essere utilizzati per creare modelli intelligenti e potenti.

    La possibilità di apportare modifiche di modellazione dirette ai modelli parametrici per feature con intuitive interazioni di inserimento, estrazione e trascinamento aumenterà la flessibilità di questi potenti strumenti di progettazione parametrica.
    Questa combinazione di approcci offre una soluzione migliorata per apportare rapidamente modifiche in modo da supportare un’adeguata esplorazione dei progetti senza sacrificarne le pianificazioni. Questo approccio combinato, che prevede I’utilizzo dei punti di forza di entrambi i paradigmi di modellazione, offre il vantaggio di evitare errori nelle feature.

  • Registrazione delle modifiche di modellazione dirette.Gli ingegneri che utilizzano strumenti di modellazione parametrica dedicano una considerevole quantità di tempo e impegno a incorporare dati intelligenti nei modelli tramite approcci per feature.

    Necessitano pertanto di un meccanismo in grado di acquisire le modifiche di modellazione dirette, semplici e rapide, nel contesto di un modello per feature. Ciò consentirebbe alle organizzazioni di migliorare  la flessibilità di progettazione preservando al tempo stesso il lavoro svolto per realizzare potenti modelli parametrici intelligenti.

  • Riconoscimento dei dati intelligenti nei modelli importati.Una volta importati modelli CAD da altri formati CAD (una realtà determinata dagli attuali ambienti di progettazione multi-CAD), gli utenti devono essere in grado di apportarvi modifiche.

    Poiché i file CAD importati non riportano i dati intelligenti in essi incorporati, gli ingegneri necessitano del software per riconoscere le finalità di progettazione intrinseche esistenti nella geometria.

  • Modifica diretta del modello senza conoscere le finalità di progettazione originali.Gli ingegneri devono essere in grado di spostare, rimuovere, attaccare, modificare le dimensioni e apportare altre modifiche simili al modello senza conoscere le finalità di progettazione incorporate e senza causare effetti a catena nel modello sottostante.

Il meglio di entrambi gli approcci

Le applicazioni CAD dovrebbero incoraggiare la modifica, non ostacolarla. Con alcune forme di queste funzionalità, gli ingegneri possono utilizzare una combinazione di entrambi gli approcci di modellazione per creare modelli intelligenti ma flessibili.

Questi progressi aumentano  la flessibilità di progettazione, che a propria volta supporta l’esplorazione di un maggior numero di idee di progettazione garantendo di conseguenza un progetto realmente ottimizzato.

Per ulteriori informazioni sulla flessibilità di progettazione, fate clic qui.

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>