Aspetti positivi nelle previsioni per il 2013 per il settore manifatturiero globale

Con i titoli deprimenti che in tutto il mondo annunciano disordini politici ed economie al collasso, sarebbe facile giungere a una visione pessimistica per l’anno da poco iniziato. Osservando più attentamente, tuttavia, le prospettive per il 2013 non appaiono così sconfortanti.

Esistono motivi per essere ottimisti, poiché il 2013 offrirà ai produttori di tutto il mondo sia sfide sia opportunità. Nonostante le insidie cui ha resistito negli scorsi anni, il settore manifatturiero resta una fonte vitale di innovazione e competitività, apportando enormi contributi a ricerca e sviluppo, esportazioni e crescita della produttività.

Esaminiamo alcune delle previsioni positive per il futuro del settore manifatturiero globale.

L’Europa si organizza.
Nonostante l’economia europea resti una fonte di preoccupazione per leader aziendali e capi di governo di tutto il mondo, esistono motivi di speranza. A partire dal 1 gennaio, una nuova autorità bancaria di supervisione opera per stabilizzare i sistemi bancari tramite la ricapitalizzazione diretta delle banche in difficoltà e normative uniformi più rigorose per oltre 6.000 banche.

La Cina continuerà a svolgere un ruolo di primo piano.
Un pacchetto di incentivi da 150 miliardi di dollari, recentemente annunciato, favorirà la crescita dell’economia cinese per buona parte del 2013, nella speranza di compensare gli evidenti rallentamenti dell’economia riscontrati nel 2012.

Si tratta di una buona notizia poiché la rinnovata domanda cinese determinerà un aumento della domanda di materie prime e dei prezzi dei beni a livello globale, che potrebbe generare un incremento altamente auspicabile della domanda di macchinari e beni europei.

Gli Stati Uniti superano il momento di incertezza.
Mentre tra le aziende statunitensi serpeggiano preoccupazioni in merito al cosiddetto baratro fiscale, dopo il raggiungimento di una qualche forma di accordo da parte del Congresso americano si prevede un aumento delle attività economiche nel 2013.

Tutti i principali indicatori, inoltre, segnalano una maggiore espansione economica nei prossimi due trimestri, come dimostrato dalle tendenze in crescita di ITR Leading Indicator, U.S. Leading Indicator, Purchasing Managers Index, Housing Starts e occupazione.

Il momento giusto.
Questi indicatori dovranno essere considerati dai produttori come un segnale che è il momento giusto per spendere denaro per aggiornare le operazioni e investire in tecnologia allo scopo di ottimizzare le efficienze che ne potenzieranno il vantaggio competitivo nel 2013.

Secondo il report “Manufacturing Barometer” di PricewaterhouseCoopers del 2012, l’87% dei produttori industriali statunitensi dichiara che nel 2013 aumenterà le spese operative.

Stati Uniti e Germania: leader globali nell’innovazione.
Secondo il report 2013 Global Manufacturing Competitiveness Index, nato dalla collaborazione congiunta di Deloitte Touche e U.S. Council on Competitiveness, l’innovazione basata sul talento (la qualità e la disponibilità di scienziati, ricercatori e ingegneri nonché la qualità e la disponibilità di lavoratori competenti nell’ambito della produzione) è il fattore determinante più importante per la competitività del settore manifatturiero di una nazione.

Lo studio ha identificato la Germania e gli Stati Uniti come le nazioni più competitive in relazione alla capacità di promuovere talento e innovazione.

Nuovi mercati emergenti.
Nel prossimo decennio, nelle economie in via di sviluppo nascerà una nuova classe di consumatori globale, che offrirà nuove lucrative opportunità di mercato.

Inoltre, un ricco canale di innovazioni a livello di materiali e processi (dai nanomateriali alla stampa 3D e la robotica avanzata) promette di creare nuova domanda e promuovere ulteriori incrementi della produttività in diversi settori manifatturieri e diverse aree geografiche.

Resilienza del mercato MCAD.
Nonostante le difficoltà economiche globali, il report sul mercato CAD mondiale del 2012 di Jon Peddie Research (JPR) segnala che per il mercato MCAD è prevista una crescita nel corso del 2013, prevalentemente grazie alla crescita nei mercati mondiali emergenti.

Nuovi metodi di distribuzione, applicazioni e tablet hanno garantito ai fornitori di soluzioni CAD nuove possibilità di offrire servizi esclusivi ai preziosi clienti in abbonamento.

“Le nuove piattaforme, le nuove tecnologie e i nuovi clienti nelle economie emergenti rendono questo periodo positivo per il settore” ha dichiarato Kathleen Maher, analista di JPR.

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>