Pensiero integrativo e sperimentalismo nel design thinking

Il pensiero integrativo ha assunto oggi un’importanza basilare.  Per CST Covers, il passaggio dalla progettazione di semplici cisterne all’adozione di un’architettura moderna ha richiesto una buona dose di creatività e un’apertura alle idee a 360 gradi.

Per oltre un secolo, CST ha progettato cisterne e coperture in alluminio. L’idea di progettare e creare una tettoia architetturale per una biblioteca di Washington D.C. rientrava quindi nelle competenze, ma non nell’ambito estetico dell’azienda (è disponibile un articolo su CST qui).

Non importa. CST ha adottato un processo di pensiero integrativo per creare un progetto di tettoia ipoteticamente semplice, ma in realtà complesso che ha letteralmente dato vita all’immaginazione di un architetto. Il pensiero integrativo è una tecnica di comunicazione e risoluzione dei problemi che combina due idee apparentemente opposte in una soluzione creativa e attuabile.

Quale sarebbe stata la reazione del cliente se CST avesse dichiarato che il progetto era impossibile da portare a termine? Si sarebbe rivolto a qualcun altro.

Ecco perché il pensiero integrativo è particolarmente importante per rimanere competitivi, ottenere contratti e superare le aspettative del cliente. Si potrebbe supporre che il pensiero integrativo sia un ennesimo metodo piuttosto inconcludente: niente di più sbagliato.

Questo modo di pensare abituale consente di realizzare progetti migliori rispetto alle singole idee degli individui.

Il pensiero integrativo non richiede estreme competenze tecniche.

Si riduce a una questione di comunicazioni (sebbene le comunicazioni possano sembrare a un ingegnere complicate come la missilistica a un terapeuta).

Provate in prima persona queste idee rapide… vi scoprirete molto più “integrati” di quanto crediate:
1) Ascoltate idee ed esigenze (progettazione per fattibilità, appetibilità e applicabilità),
2) Esaminate idee (se ritenete che esista una sola soluzione, proponetene altre cinque),
3) Non tiratevi indietro di fronte alle complessità (la complessità di un progetto può incentivare una progettazione più creativa).

Creo si basa su un ideale di pensiero integrativo. Semplici applicazioni quali Creo Sketch consentono a più membri della supply chain di offrire idee rapide applicabili a una progettazione CAD reale.

In questo episodio di Product Design Show, Vince e Allison spiegano in che modo CST è ricorsa a comunicazioni (e software) eccellenti per ottenere risultati di progettazione al di sopra delle aspettative.

Questo articolo è stato pubblicato in Clienti Creo, Info su Creo, Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>