Gestire efficacemente assiemi di grandi dimensioni

Poiché i prodotti di oggi sono sempre più complessi, dal punto di vista sia della progettazione che delle funzionalità, anche i correlati modelli di prodotto con un alto livello di dettaglio diventano molto complicati. Tali modelli sono spesso costituiti da assiemi di dimensioni estremamente elevate che introducono un’eccezionale complessità nel processo di progettazione.

Fortunatamente, i progressi compiuti sul lato sia del software che dell’hardware consentono alle aziende di affrontare le problematiche della progettazione nel contesto di un numero così elevato di pezzi e parti.

Problematiche
Assiemi di grandi dimensioni possono rallentare i PC e mettere a dura prova la pazienza degli ingegneri che devono attendere che questi giganteschi file vengano caricati nel software CAD. In un recente studio del settore, oltre il 40% dei partecipanti ha dichiarato di sperimentare spesso ritardi eccessivi nel caricamento e quindi nell’interazione con assiemi di grandi dimensioni.

Oltre alle semplici rappresentazioni geometriche dei prodotti, questi modelli di dimensioni mastodontiche ora contengono spesso dati di prodotto associati (metadati, specifiche, proprietà dei materiali, opzioni di produzione e stime dei costi) grazie ai quali costituiscono rappresentazioni digitali identiche del prodotto reale.

In questo modo, gli ingegneri possono eseguire su di essi simulazioni elettromeccaniche, termiche, della sollecitazione e del flusso dei fluidi come se si trattasse di prototipi fisici. Nonostante gli importanti progressi nel software nonché nella velocità e nella potenza delle workstation di oggi, questo problema è ancora comune per i progettisti di settori come quelli automotive e delle apparecchiature pesanti.

Con numeri di parti che vanno da 10.000 a centinaia di migliaia, gli assiemi di grandi dimensioni superano rapidamente i limiti delle workstation. Secondo un nuovo white paper di CIMdata intitolato “CAD Selection Considerations: Product Assemblies“, gli utenti spesso ricorrono a soluzioni temporanee per compensare la mancata risposta del software CAD.

Purtroppo, queste scorciatoie possono causare un aumento degli errori di progettazione che generano problemi a valle nel processo di distribuzione dei prodotti.

Lato del software
Diversi progressi compiuti sul lato dell’equazione relativo al software hanno consentito agli ingegneri di utilizzare più facilmente assiemi di grandi dimensioni. Un’opzione offerta agli utenti è l’applicazione di filtri o il caricamento selettivo, che consente agli ingegneri di caricare un sottoinsieme dei dati che fornisce il contesto e iniziare immediatamente a lavorare oppure di filtrare ciò che desiderano caricare in base a dimensioni, parti interne/esterne o altre regole.

La maggior parte dei programmi CAD offre ora la possibilità di aprire assiemi di grandi dimensioni senza alcuni dei componenti interni o con un livello ridotto di dettagli, migliorando considerevolmente la risposta del modello grazie al minore sovraccarico della memoria.

Questa soluzione si rivela valida quando gli ingegneri devono semplicemente ispezionare visivamente l’assieme o esaminarne la struttura o la superficie esterna.

PTC Creo Parametric vanta una visualizzazione migliorata degli assiemi di grandi dimensioni, in parte grazie al sistema operativo Windows a 64 bit che offre una maggiore quantità di memoria indirizzabile per il CAD. L’azienda ha inoltre ripreso la tecnologia di visualizzazione leggera della propria applicazione di annotazione e visualizzazione, PTC Creo View, incorporandola nella linea di CAD principale.

Il funzionamento è il seguente: quando gli ingegneri esaminano i modelli da una prospettiva generale, il software non carica tutti i dati, ma solo la grafica e la struttura. Quando eseguono lo zoom avanti per una vista più di dettaglio di un’area specifica, il software inizia a caricare la geometria e le cronologie delle feature per tale parte del modello.

Lato dell’hardware
Maggiori sono le dimensioni e la complessità di un assieme, maggiore è la quantità di risorse di elaborazione necessaria per gestirlo. Gli ingegneri dovranno pertanto assicurarsi che le workstation siano all’altezza del compito. Un punto di partenza è potenziare la RAM del computer.

Gli utenti devono accertarsi che la RAM della propria workstation superi i requisiti minimi dell’applicazione CAD in uso. L’ideale è che sia compresa tra 8 e 16 GB. Intervengono tuttavia anche altri fattori, come la velocità del disco rigido e il bus della scheda grafica.

Può inoltre entrare in gioco la potenza di elaborazione aggiuntiva disponibile nei processori multi-core, nonostante la maggior parte dei programmi CAD sia ancora a thread singolo.

Configurazioni multiprocessore potrebbero rivelarsi utili velocizzando la visualizzazione, il recupero e la navigazione di strutture di assiemi di grandi dimensioni, ma ciò non sarà realizzabile finché una maggiore quantità di software non verrà scritta in modo da sfruttare pienamente più processori.

Nonostante esistano strategie che assistono gli ingegneri nella gestione di assiemi di grandi dimensioni, sarà necessario l’impegno concertato sia degli sviluppatori di software sia dei fornitori di hardware per restare al passo con le crescenti richieste degli ingegneri incaricati della progettazione dei prodotti sempre più complessi di oggi.

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>