Combinazione di modellazione parametrica e modellazione diretta (parte 1)

Durante la progettazione di prodotto, spesso i team sono costretti a compromessi in relazione all’utilizzo di software CAD. La maggior parte degli utenti si limita a un unico paradigma di modellazione 3D (parametrica o diretta) per tutti i lavori. Recentemente, tuttavia, i fornitori hanno iniziato a offrire strumenti che, in base a quanto dichiarato, supportano entrambi i paradigmi.

Purtroppo, tali strumenti richiedono in genere il passaggio tra due diverse modalità e talvolta anche tra due diverse rappresentazioni dei modelli, senza mai combinare realmente i punti di forza di entrambi i paradigmi di modellazione in un unico progetto o modello di prodotto. Se avete provato a lavorare in uno di questi ambienti, sarete probabilmente giunti alla conclusione che i due paradigmi operano in parallelo senza realmente integrarsi. Con PTC Creo è diverso.

I progettisti possono scegliere l’approccio di modellazione appropriato per il progetto in un unico ambiente, con un modello di dati comune.

PTC Creo Flexible Modeling Extension aggiunge la modellazione o la modifica di progetti parametrici diretta al familiare ambiente PTC Creo Parametric. PTC Creo Flexible Modeling Extension consente di lavorare in un unico strumento trasparente usufruendo di molti esclusivi vantaggi:

  • Viene gestito un modello di dati comune, che consente di monitorare e sincronizzare le modifiche apportate mediante l’approccio di modellazione parametrica o di modellazione diretta. Il sistema non richiede mai la duplicazione dei dati o delle modifiche di progettazione.
  • Le finalità di progettazione possono essere protette e conservate in un unico modello.
  • Un’interfaccia utente comune consente tempi di avvio rapidi. Non sarà mai necessario passare da una modalità all’altra per trovare funzionalità limitate nell’una o nell’altra modalità.
  • Le modifiche di progettazione apportate mediante un approccio di modellazione diretta possono essere incorporate con la revisione delle finalità di progettazione parametriche.

Tali vantaggi si rivelano utili nell’intero processo di progettazione. Utilizzate PTC Creo Flexible Modeling Extension quando desiderate:

  1. Esplorare un maggior numero di idee durante il conceptual design
  2. Apportare modifiche di progettazione in fase avanzata
  3. Riutilizzare dati di progettazione 3D legacy
  4. Collaborare su progetti multi-CAD
  5. Migliorare il workflow CAE e FEA
  6. Migliorare il workflow di produzione

Nella prima parte di questo articolo esaminerò le prime tre voci di questo elenco.

1. Conceptual design
Durante il conceptual design, si desidera trasmettere una rappresentazione visiva di concetti o idee di prodotto, creare il maggior numero possibile di concetti di progettazione e valutare le idee per individuare il concetto che cattura in modo ottimale i criteri specificati e i requisiti estetici. Combinando i paradigmi di modellazione, è possibile basarsi su progetti esistenti o crearne di nuovi con velocità, flessibilità e facilità di utilizzo. Scoprite come PTC Creo supporta la rapida creazione e ideazione della geometria da progetti parametrici esistenti, in modo che non dobbiate preoccuparvi delle finalità di progettazione originali, tenendo al tempo stesso traccia di tutte le modifiche e mantenendole sincronizzate con il modello parametrico.

2.  Modifiche di progettazione in fase avanzata
L’implementazione di modifiche di progettazione in fase avanzata supporta l’innovazione nei progetti, ma tali modifiche sono spesso radicali e impreviste. In genere, inoltre, devono essere implementate rapidamente. Grazie al supporto della modifica diretta di modelli parametrici, potete implementare velocemente modifiche tardive evitando le finalità di progettazione che limitano tali modifiche.  Anche in questo caso, poiché vengono apportate mediante un approccio di modellazione diretta, viene tenuta traccia delle modifiche e vengono sincronizzate con il modello parametrico.

3. Dati CAD legacy
Numerose aziende mantengono dati 3D creati con software obsoleto. Purtroppo, le soluzioni CAD tradizionali consentono di apportare facilmente modifiche a dati CAD non nativi, ma i dati CAD 3D vengono in genere considerati come “non intelligenti”. Ciò rende i dati legacy difficilmente gestibili, modificabili e riciclabili. Con la modellazione diretta, potete utilizzare dati legacy in nuove revisioni di prodotto e anche in nuovi prodotti. Possono essere riciclati e modificati facilmente, combinandoli con altri modelli creati in un approccio di modellazione parametrica o diretta.
Restate sintonizzati. Nella seconda parte dell’articolo esplorerò la progettazione multi-CAD, il workflow CAE e FEA e il workflow di produzione. Nel frattempo, potete provare la modellazione parametrica e la modellazione diretta in PTC Creo Parametric.

È sufficiente scaricare la versione di prova valida per 30 giorni.

Questo articolo è stato pubblicato in Novità di Creo 2.0, Uncategorized e ha le etichette , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>