Passaggio del testimone: garantire il passaggio senza problemi dei progetti

I complessi prodotti di oggi richiedono l’accurato coordinamento di più discipline. Gli ingegneri meccanici sono incaricati della creazione del prodotto complessivo, mentre gli ingegneri elettrici devono definire la progettazione e il layout dei componenti elettronici interni che forniscono ai prodotti di oggi le loro funzionalità. Una volta completati tali sottosistemi e finalizzato il contenitore o il confezionamento, il modello di prodotto deve essere passato a valle agli ingegneri di produzione per la produzione finale. In ogni fase del processo di sviluppo prodotto è necessario che i dati di prodotto (indipendentemente dal fatto che si tratti di modelli CAD 3D, disegni 2D, schemi o disegni di produzione) vengano eseguiti correttamente per evitare errori di comunicazione tra le varie discipline e costosi ritardi a valle. Una trasmissione o comunicazione efficiente e senza problemi dei dati di prodotto da una disciplina a un’altra riduce notevolmente l’esigenza di ricreare i dati e al tempo stesso aumenta il riutilizzo dei progetti esistenti, garantendo un significativo risparmio di tempo nello sviluppo. In caso di errori di comunicazione delle finalità di progettazione tra le varie discipline, viene perso tempo prezioso del ciclo di progettazione e si manifestano problemi a valle.

Utilità di strumenti flessibili

Quando i progetti vengono creati mediante strumenti di progettazione per feature, la manipolazione, la modifica e la condivisione con altri dei modelli diventano più difficoltose. Gli ingegneri meccanici sono esperti nell’utilizzo di questi strumenti di progettazione di fascia alta, ma altre discipline non lo sono. L’attuale processo di progettazione collaborativa richiede l’input e l’impegno di numerosi partecipanti che non sono esperti di CAD. Un altro collo di bottiglia si verifica quando i progettisti CAD sono assediati da richieste di assistenza per il CAD da altri reparti, indipendentemente dal fatto che si tratti di un analista che prepara il modello per la simulazione o di un ingegnere di produzione che tenta di risolvere un problema di produzione. Ciò sottrae tempo prezioso al lavoro per cui i progettisti sono principalmente pagati: progettare prodotti. Con l’utilizzo di strumenti di modellazione diretta, il riutilizzo dei progetti esistenti e la progettazione in collaborazione risultano entrambi semplificati poiché i non esperti possono manipolare e modificare la geometria CAD senza timore di una reazione a catena di errori a causa delle interdipendenze del modello. Ciò aumenta considerevolmente il riutilizzo dei progetti esistenti e consente ad altri partecipanti alla progettazione di lavorare in modo indipendente senza l’assistenza dell’ingegnere CAD. Strumenti di modellazione diretta flessibili e sketch 2D facilitano inoltre l’acquisizione e la comunicazione di conceptual design. I modelli concettuali in formato digitale, a differenza dei disegni o degli schizzi, sono compatibili con strumenti di modellazione diretta e con cronologia delle feature, pertanto gli specialisti CAD possono sfruttare i dati come base per nuovi progetti senza partire da zero.

Ulteriore analisi…

I modelli CAD passati agli analisti per la simulazione e l’analisi spesso richiedono un lungo lavoro di preparazione per semplificare il modello o ricrearlo nello strumento di simulazione. Per assicurarsi che la simulazione venga eseguita correttamente, è necessario rimuovere alcune porzioni non necessarie della geometria, rischiando problemi con il resto del modello a causa delle interdipendenze incorporate utilizzando strumenti di progettazione basati sulla cronologia. Gli strumenti di modellazione diretta consentono agli analisti di rimuovere geometria senza causare errori nel resto del modello, eliminando l’esigenza di ricreare il modello nello strumento di analisi. Ciò non solo consente di velocizzare notevolmente la verifica dei modelli, ma elimina anche l’onere di ricreare i modelli per la simulazione.

Passaggio dei progetti in officina

Una volta concepiti, progettati e testati, i progetti devono essere realizzati. Gli ingegneri di produzione pianificano il processo di produzione e progettano le apparecchiature e l’attrezzaggio necessari per produrre il prodotto. La progettazione dell’attrezzaggio è spesso piuttosto semplice e non richiede in genere le funzionalità degli strumenti CAD basati sulla cronologia. Gli ingegneri di produzione possono importare i modelli di prodotto in strumenti software specializzati di facile utilizzo, ma in questo modo viene interrotta l’associatività tra il modello di prodotto e il modello dell’attrezzaggio. Per creare la geometria dell’attrezzaggio è preferibile utilizzare strumenti di modellazione diretta e sketch 2D. In questo modo viene ridotta la curva di apprendimento rispetto ai complessi strumenti CAD basati sulla cronologia e viene inoltre garantita la propagazione associativa delle modifiche al prodotto.

Questo articolo è stato pubblicato in Uncategorized e ha le etichette , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>