MCADcafe: un passo avanti per l’umanità

13 giugno 2012, Javier Hidalgo Quando stavo per lasciare la scuola secondaria superiore, non sapevo realmente quale corso di studi intraprendere e ho impiegato quasi un anno a decidere per ingegneria elettromeccanica. Ora, sono quasi certo di averlo sempre saputo. Devo menzionare che il mio primo giocattolo preferito è stato un kit Space Lego, che i miei genitori mi regalarono 31 anni fa mentre eravamo in vacanza a Orlando, nell’anno del lancio della prima missione dello Space Shuttle (1981). Tra gli altri giocattoli che ho avuto, direi che a decidere il mio destino sono stati sia il Lego che le costruzioni Fischertechnik acquistate chissà dove da mio padre qualche tempo dopo. I miei cinque anni di università sono stati veramente duri e ho davvero sofferto con tutta quella matematica e le molte altre teorie astratte. Fin dalla gioventù, sono affascinato dallo Space Shuttle e dalle missioni della NASA. Avevo 11 anni quando si verificò il terribile incidente dello Space Shuttle Challenger, che mi turbò molto. Ho avuto la fortuna di iniziare la mia carriera professionale nel reparto di progettazione di un fornitore di parti automobilistiche per grandi OEM. Così è nata la mia passione per la progettazione meccanica e la modellazione 3D. Come menzionato nel mio precedente post, ho iniziato a utilizzare il software CAD Pro/ENGINEER per sviluppare assiemi e componenti di motori e convalidare l’idoneità alla produzione di tali parti. Dopo aver progettato e sviluppato molte parti, sono diventato capo progetto nel periodo in cui la rivoluzione del PDM e del PLM iniziava a svolgere un ruolo importante per numerose aziende manifatturiere. All’epoca abbiamo dedicato quasi due anni a ottenere informazioni ed eseguire test di benchmark sui 10 principali fornitori di PLM. Non vale la pena che citi il vincitore, ma approfondire la conoscenza di questo mondo pieno di termini, attività, workflow e così via si è rivelata un’esperienza molto interessante. Quando NASA Tech Briefs ha nominato il software di progettazione CREO Parametric di PTC “Prodotto del mese” e lo ha quindi candidato al riconoscimento di “Prodotto dell’anno”, mi è sembrato eccezionale che due delle mie principali passioni potessero coesistere e dipendere l’una dall’altra. Lo scorso anno, nel mese di settembre 2011, ho avuto l’opportunità di visitare il Kennedy Space Center di Orlando, in Florida. Nonostante in quel giorno vi fosse scarsa attività, vedere l’edificio di assemblaggio dei veicoli e le rampe di lancio mi ha entusiasmato. Per non parlare delle eccezionali sale espositive e del museo del Saturn V. Leggete il post completo in MCADcafe.com

Questo articolo è stato pubblicato in Clienti Creo e ha le etichette , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>