Consumatori in prima linea nel promuovere l’innovazione dei prodotti

Lo sviluppo prodotto era tradizionalmente considerato un’attività proposta ed eseguita dai produttori. I clienti non erano ritenuti parte integrante del processo, ma soltanto consumatori dei prodotti. Oggi, tuttavia, il paradigma è cambiato e sono i consumatori a determinare i tipi di nuovi prodotti sviluppati e venduti in tutto il mondo. Oltre a svolgere un ruolo vitale nell’innovazione, i consumatori spesso sviluppano autonomamente prodotti. Una recente ricerca condotta nell’ambito del programma Management of Technology and Innovation del MIT indica che i consumatori oggi generano collettivamente ingenti quantità di innovazione dei prodotti, inviando un chiaro segnale alle aziende che si impegnano per avere successo nei mercati globali altamente competitivi di oggi. Tre studi senza precedenti hanno esaminato il ruolo dei consumatori nell’innovazione dei prodotti in Stati Uniti, Regno Unito e Giappone. Tutti e tre i sondaggi hanno riscontrato che in tutti e tre i paesi milioni di cittadini introducono innovazioni per creare e modificare beni di consumo in base alle proprie esigenze. Un motivo di questo fenomeno risiede nel fatto che sta diventando sempre più facile progettare e realizzare ciò che si desidera. Il costo degli strumenti per la progettazione basata su computer stanno rapidamente crollando (sul Web sono oggi disponibili gratuitamente molti strumenti adeguati), mentre aumentano velocemente la sofisticatezza e l’intuitività di tali strumenti. Una volta creati i progetti, le recenti tecniche di produzione rapida consentono ai consumatori di fabbricare i propri prodotti. Il crollo del prezzo delle stampanti 3D ha reso la tecnologia accessibile a un gruppo notevolmente più esteso di utenti. Diverse aziende si specializzano nelle diverse tecniche (dal taglio al laser alla stampa 3D) utilizzate per creare uno alla volta interi prodotti o parti di alta qualità, con prezzi estremamente ragionevoli. Lo studio ha indicato che nonostante molti consumatori introducano innovazioni con nuovi prodotti, raramente tentano di proteggere le proprie innovazioni dalle imitazioni. Gli altri consumatori, invece, adottano un numero significativo di tali innovazioni. Quali sono le implicazioni per i produttori? I risultati dimostrano che le aziende produttrici di beni di consumo possono disporre di un imprevisto “fronte” di progetti innovativi gratuiti che possono fungere da importante materia prima per le loro pipeline di innovazione in una vasta gamma di mercati. Gli sviluppatori di prodotti devono valutare come riorganizzare i processi di sviluppo prodotto per accettare e ampliare i prototipi sviluppati dai consumatori. Devono esaminare attentamente come è possibile adattare i processi di generazione delle idee e conceptual design correnti per incorporare le idee dei consumatori e aggiungere tali idee alla pipeline di innovazione, nonché determinare come identificare le innovazioni generate dai consumatori promettenti che si stanno affermando tra i gruppi di consumatori. La precedente ricerca sull’innovazione degli utenti ha riscontrato che nei mercati consumer e business-to-business alcuni utenti (denominati “lead user”) presentano probabilità di sviluppare innovazioni commercialmente promettenti nettamente superiori rispetto al cliente medio. Esistono metodi testati per identificare tali lead user e le aziende possono scaricare gratuitamente dal Web i materiali didattici necessari. Il messaggio conclusivo, pertanto, è che le aziende devono supportare l’innovazione degli utenti. Tale innovazione, infatti, consente di distinguersi dalla concorrenza e favorire le entrate. È possibile individuare nuovi modi per interagire con i consumatori creando o frequentando siti Web di community di consumatori oppure organizzando concorsi di innovazione per generare idee di nuovi prodotti dai clienti. È inoltre possibile creare interfacce aperte documentate per supportare le modifiche ai prodotti e “toolkit per sviluppatori” per ulteriore assistenza. I costi dell’innovazione dei consumatori stanno diminuendo grazie alla maggiore efficienza e convenienza degli strumenti di progettazione, delle funzionalità di prototipazione, nonché della formazione di gruppi e della comunicazione basata su Internet. È interesse di qualsiasi produttore avvalersi di questo nuovo paradigma sfruttando l’innovazione guidata dai consumatori. Implementando ora i processi si consentirà ai clienti di favorire in futuro le iniziative di innovazione dei prodotti dell’azienda. Immagine di Ben McLeod

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>