Argomenti a favore della progettazione 2D

Nonostante tutte le eccellenti iniziative di marketing dei fornitori CAD e gli interessanti articoli nei media di settore che sostengono i vantaggi della progettazione 3D, esistono ancora produttori che progettano i prodotti in 2D. È sufficiente considerare i milioni di utenti di AutoCAD che ancora lavorano con il software più venduto nel mercato dello sviluppo prodotto 2D. Nell’ambito del sondaggio condotto da PTC sulle tendenze relative al CAD nella progettazione di prodotti, è stato chiesto a oltre 7.000 utenti CAD, responsabili della progettazione tecnica e dirigenti del settore manifatturiero di tutto il mondo di intervenire in merito al proprio utilizzo del CAD. Quasi la metà dei partecipanti (47,3%) utilizzava ancora una combinazione di strumenti di progettazione 2D e 3D e oltre il 10% dei partecipanti utilizzava soltanto il 2D. Un altro 41,2% utilizzava prevalentemente software di progettazione 3D. Perché, quindi, così tanti prodotti vengono ancora progettati tramite 2D? I vantaggi sono stati pubblicizzati e verificati da diverse società di consulenza di ricerca e dagli utenti finali e il prezzo dei pacchetti software di progettazione 3D e dell’hardware su cui possono essere eseguiti è crollato negli ultimi anni. Gli studenti di ingegneria, inoltre, dispongono tutti di una conoscenza approfondita delle tecniche di progettazione 3D molto prima della laurea. Forse l’argomentazione a favore del passaggio al 3D si è evoluta e riguarda ora come trarre il massimo vantaggio sia dal 2D sia dal 3D. Alla domanda sui principali vantaggi derivanti dall’utilizzo prevalente di progettazione 2D, i partecipanti al sondaggio PTC si sono divisi uniformemente tra le diverse opzioni. La percentuale più elevata, di poco superiore alla metà (52%), ha dichiarato che il maggiore vantaggio è la presenza di importanti membri del team con padronanza della progettazione 2D, un altro 47% ha risposto che facilita l’utilizzo di dati legacy e un altro 44,6% ha affermato di utilizzare il 2D semplicemente perché è meno costoso. Motivi del mantenimento del 2D Esistono inoltre alcune applicazioni di progettazione che potrebbero non richiedere il livello di sofisticatezza caratteristico della progettazione 3D. Per prodotti perfettamente simmetrici sull’asse, è probabilmente sufficiente creare i progetti in 2D. Semplici progetti di tubazioni, layout di stabilimento, progetti di lamiere, schemi di processo, progetti di schede a circuito ed elettronica (se il package non costituisce un problema) e progetti di layout di macchinari tradizionali possono essere realizzati in modo efficiente in 2D. Nel settore dei macchinari sono ancora comuni ambienti di progettazione ibridi 2D/3D. I progetti di sistemi elettrici e gli schemi di PCB costituiscono ancora il dominio della progettazione 2D, nonostante alcuni esperti possano sostenere che la progettazione 3D potrebbe facilitare i progetti relativi alla connettività e risolvere molto più rapidamente i problemi di stesura per elementi come i cablaggi preassemblati. Il conceptual design è un’altra area in cui potrebbe non essere necessaria la progettazione 3D. Per i progettisti potrebbe risultare più semplice e rapido creare un concetto mediante strumenti 2D. È essenziale essere in grado di catturare tali dati 2D in formato digitale affinché possano essere utilizzati come base per il modello 3D una volta passati alla fase di progettazione dettagliata. Molti fornitori CAD 3D si stanno impegnando per integrare strumenti di progettazione 2D flessibili nel proprio software di progettazione 3D allo scopo di facilitare il conceptual design nonché la progettazione di layout. In realtà, nonostante tutti i comprovati vantaggi del passaggio della progettazione di prodotti al 3D, il software di modellazione 3D parametrica basata sulla cronologia è estremamente complesso. In caso di prodotti semplici, per i produttori potrebbe non essere opportuno effettuare la transizione. Esistono, tuttavia, strumenti di modellazione 3D diretta più facili da imparare che potrebbero soddisfare le esigenze di molti di questi utenti 2D. Presentano flessibilità e un utilizzo più intuitivo e consentono agli utenti di manipolare la geometria senza troppi vincoli o feature interdipendenti. Molti degli utenti 2D che hanno partecipato al sondaggio PTC, tuttavia, stanno esaminando la transizione al 3D per una vasta gamma di motivi. Tra i partecipanti al sondaggio, soltanto il 10% si è dichiarato irremovibile in merito all’utilizzo del 2D. Per il resto, quasi un terzo (28,3%) pianificava di adottare la progettazione 3D in futuro, mentre un altro 34,7% stava prendendo in considerazione la transizione ma non aveva ancora preso una decisione. Immagine di cesarharada.com

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>