Sviluppo di nuovi prodotti e protezione della proprietà intellettuale tramite brevetti

Le aziende di successo sono consapevoli del fatto che l’introduzione sul mercato di nuovi prodotti innovativi è un elemento determinante per battere la concorrenza e promuovere futuri ricavi sostenibili.  Investono pertanto ingenti quantità di ore lavorative e di denaro per esaminare e perseguire l’innovazione sotto forma di modelli concettuali. Le aziende devono sapere come ridurre i rischi associati allo sviluppo e alla condivisione di modelli concettuali con team di progettazione globali in modo da salvaguardare la risorsa più importante: la proprietà intellettuale. Il rischio della perdita della proprietà intellettuale è accresciuto dalla natura dell’attuale progettazione collaborativa, spesso condotta da team di progettazione dislocati in tutto il mondo. Altri fattori che contribuiscono a rendere più complessa la protezione della proprietà intellettuale sono l’aumento dell’outsourcing in paesi in cui la protezione della proprietà intellettuale è meno rigorosa e la forza lavoro sempre più mobile. Per proteggere la proprietà intellettuale dei progetti è essenziale implementare strutture organizzative, processi aziendali e tecnologie in grado di supportare una collaborazione che non comprometta la proprietà intellettuale. Un altro modo in cui i produttori riducono i rischi di furto della proprietà intellettuale è tramite l’utilizzo di sistemi di gestione del ciclo di vita del prodotto (PLM, Product Lifecycle Management), che consentono alle aziende di creare un repository (o archivio) centrale in cui vengono conservati in modo sicuro i dati di più sistemi di una supply chain estesa globale. La piattaforma PLM diventa il meccanismo tramite il quale i dati di prodotto vengono condivisi tra i membri di team di progettazione estesi. Come evitare la violazione della proprietà intellettuale nello sviluppo concettuale Gli sviluppatori, d’altro canto, devono prestare attenzione anche a non violare la proprietà intellettuale di altri quando intraprendono progetti di sviluppo di nuovi prodotti. Dedicare tempo e impegno allo sviluppo di un nuovo prodotto per poi scoprire che è bloccato da un concorrente che detiene un brevetto relativo a una tecnologia incorporata nel nuovo prodotto costituirebbe uno spreco. Le controversie legali relative ai brevetti possono essere costose, incerte e rischiose. È pertanto essenziale prevenirle. Per ridurre i rischi, prima di lanciare un nuovo prodotto e spesso ancor prima di avviare una nuova linea di ricerca che potrebbe condurre allo sviluppo di un nuovo prodotto, le aziende devono cercare di assicurarsi la “libertà di attuazione“, che garantisce che la produzione commerciale, il marketing e l’utilizzo del nuovo prodotto, processo o servizio non violino i diritti di proprietà intellettuale di altri. Per iniziare, l’azienda esegue una ricerca sui brevetti emessi o in corso di concessione e si avvale di una consulenza legale per determinare se un prodotto potrebbe essere considerato una violazione di brevetti esistenti di proprietà di altri. Molte aziende eseguono l’outsourcing di tali attività affidandosi a società di esperti di proprietà intellettuale o diritto privato che offrono analisi della libertà di attuazione. Una volta ottenuto, un brevetto dura per un periodo massimo di 20 anni, a condizione che il brevetto venga “mantenuto” per l’intero periodo dietro puntuale pagamento delle tasse di mantenimento all’ufficio brevetti competente. Dopo la scadenza, un brevetto viene considerato di pubblico dominio e può essere utilizzato liberamente da chiunque. Se la ricerca sui brevetti rivela l’esistenza di uno o più brevetti che limitano la libertà di attuazione, l’azienda ha a disposizione alcune opzioni. Acquisto del brevetto o in-licensing. La licenza implica l’ottenimento di un’autorizzazione scritta del titolare del brevetto a utilizzare la tecnologia brevettata per azioni specificate, in mercati specificati e per un periodo di tempo specificato. Questo potrebbe rappresentare il modo più semplice per eliminare ogni ostacolo alla commercializzazione del nuovo prodotto o della nuova tecnologia. Concessione reciproca di licenza. La concessione reciproca di licenza si verifica quando due aziende si scambiano licenze per poter utilizzare determinati brevetti di proprietà dell’altra parte. Il cross-licensing richiede che le aziende dispongano di brevetti protetti che si rivelano preziosi per i potenziali partner di licenza. Aggiramento del brevetto. Questa alternativa implica che la ricerca venga pilotata o vengano apportate modifiche al prodotto in modo da evitare la violazione dei brevetti detenuti da altri. Condivisione di brevetti. La condivisione di brevetti è un meccanismo con cui due o più aziende che si occupano di tecnologie correlate uniscono i propri brevetti creando una clearing house per i diritti sui brevetti. Protezione della proprietà intellettuale aziendale Se dalla ricerca sui brevetti risulta che non esistono brevetti che bloccano l’accesso al mercato, per le aziende potrebbe essere opportuno ottenere la protezione del brevetto e usufruire così di una maggiore libertà operativa, anziché mantenere un segreto commerciale. Indipendentemente dal modo in cui si sceglie di limitare le possibilità di affrontare controversie legali sui brevetti potenzialmente rischiose e costose, tutte le aziende che intraprendono lo sviluppo di nuovi prodotti devono valutare i rischi di possibili violazioni nonché della protezione della loro proprietà intellettuale fin dalle prime fasi del processo di sviluppo. In alcuni casi, per evitare future controversie sono sufficienti adattamenti minori del prodotto o il pagamento di diritti di licenza di entità limitata al titolare del brevetto. Immagine di Adam Tinworth

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>