Sfruttamento dei dati concettuali a valle, superando gli ostacoli dell’incompatibilità

Il conceptual design, la prima e molto probabilmente la più importante fase dello sviluppo prodotto, ha spesso inizio con schizzi approssimativi, disegni a mano e modelli 3D creati rapidamente. Una volta generati, discussi, interrogati, testati, perfezionati e ricreati più concetti, viene selezionato un concetto che cattura in modo ottimale i requisiti e i criteri specifici del progetto e viene quindi passato alla progettazione dettagliata. Spesso, tuttavia, si riscontra una disconnessione che impedisce di sfruttare in modo efficiente a valle i dati concettuali, contenuti in disegni 2D o modelli 3D. Tale disconnessione è in parte dovuta alla natura stessa della progettazione industriale rispetto alla progettazione meccanica dettagliata. Le missioni sono diverse, così come gli strumenti in genere utilizzati. Gli obiettivi dei progettisti industriali sono creare rapidamente più concetti di progettazione in grado di trasmettere una rappresentazione visiva realistica di un’idea o un concetto e valutarli in base ai requisiti di progettazione. Utilizzando strumenti di modellazione 2D e 3D flessibili, i progettisti industriali possono creare rapidamente modelli concettuali dall’estetica accattivante, senza tuttavia tenere in considerazione i vincoli di progettazione. Tali modelli vengono spesso abbandonati durante il processo di progettazione meccanica quando devono essere affrontati fattori limitanti come fisica, matematica, idoneità alla produzione, standard di settore e requisiti dei clienti. Gli ingegneri, d’altro canto, hanno il compito di soddisfare criteri rigorosi non solo in termini di estetica, ma anche a livello di metriche delle prestazioni e requisiti di produzione. Alcuni progettisti utilizzano strumenti di modellazione diretta che consentono di definire e catturare rapidamente la geometria senza dover incorporare feature e vincoli nei modelli. Tali strumenti forniscono ai progettisti la velocità e la flessibilità necessarie per svolgere il proprio lavoro, mentre gli ingegneri devono utilizzare strumenti che consentano di definire futuri vincoli, relazioni e dipendenze in modo da supportare l’aggiornamento automatico di tutta la geometria a valle correlata in caso di modifiche di progettazione. A causa dell’incompatibilità degli strumenti utilizzati in queste due fasi dello sviluppo, i conceptual design passati al team degli ingegneri devono spesso essere ricreati in un sistema MCAD, perdendo tempo prezioso del ciclo di progettazione e con la possibilità di causare errori e la perdita delle finalità di progettazione originali. In uno studio recente relativo alle tendenze di conceptual design, condotto da PTC, è stato chiesto ai partecipanti come questa incompatibilità influisse sul processo di sviluppo prodotto delle loro aziende. Alla domanda se i dati di progettazione venissero ricreati durante la fase di conceptual design a causa dell’incompatibilità degli strumenti di progettazione, il 59% dei partecipanti ha risposto di sì. Nel corso del sondaggio è inoltre stato chiesto come vengano sfruttati a valle i modelli concettuali una volta completata la fase concettuale. Alla domanda se i dati del conceptual design dovessero essere ricreati in funzione degli strumenti utilizzati nelle fasi della progettazione dettagliata, la gran parte dei partecipanti (61%) ha risposto di sì. Oltre a essere inefficiente e soggetta a errori, la ricreazione dei dati di progettazione priva i team di sviluppo di tempo di ciclo prezioso, aggiunge ulteriori costi e aumenta la possibilità di errori dovuti all’errata interpretazione delle finalità di progettazione, da cui possono derivare risultati disastrosi a valle. Le aziende devono affrontare un esame critico delle modalità disponibili per evitare tali inefficienze causate dall’incompatibilità dei dati. Un altro fattore che complica lo sfruttamento dei dati concettuali a valle è la distribuzione di più strumenti di più fornitori, che costituisce una procedura comune nel conceptual design. I partecipanti al sondaggio PTC hanno indicato che le loro aziende utilizzano più strumenti di diversa provenienza, con un numero di fornitori che si estende da uno a cinque. Maggiore è il numero dei fornitori, maggiore è l’incompatibilità. I partecipanti che utilizzano strumenti di due fornitori presentano probabilità tre volte superiori di dover ricreare i dati per incompatibilità. Quelli che utilizzano strumenti di cinque fornitori presentano probabilità sette volte superiori. Per evitare tali problemi di incompatibilità, i produttori devono selezionare strumenti di progettazione, sia per il conceptual design sia per la progettazione dettagliata, in grado di supportare l’interoperabilità dei dati CAD, anche se tali strumenti dovranno supportare più paradigmi di modellazione, come sketch, definizione dei dettagli 2D, modellazione diretta e modellazione parametrica per feature. In questo modo, oltre a eliminare l’esigenza per gli ingegneri di ricreare i dati dei modelli concettuali nei propri sistemi CAD, è possibile facilitare la collaborazione e la comunicazione dei dati di progettazione tra team di sviluppo prodotto dislocati in aree geografiche diverse, migliorarne la capacità di condividere i dati con fornitori e partner e consentire l’ulteriore sfruttamento dei dati di progettazione a valle, in fasi successive del ciclo di sviluppo. Immagine di Phil Roeder

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>