Innovazione più rapida nella progettazione di prodotti

I produttori sanno che l’innovazione è un elemento determinante nella progettazione e nella creazione di nuovi prodotti che avranno successo nel mercato. L’innovazione è inoltre considerata un fattore fondamentale dell’economia, soprattutto quando comporta la creazione di nuove categorie di prodotti e l’aumento della produttività. Ma che cosa rappresenta l’innovazione nello sviluppo di nuovi prodotti? I team addetti allo sviluppo prodotto possono davvero garantire l’innovazione dei loro prodotti? O i nuovi prodotti sono, per la maggior parte, semplici variazioni migliorate dei prodotti esistenti? Per numerose aziende manifatturiere, l’innovazione solitamente ha inizio con la ricerca e lo sviluppo. Le idee generate dalla ricerca e dallo sviluppo devono ottenere l’acquisto preventivo da parte della direzione, che deve determinare e prioritarizzare quali concetti i team addetti allo sviluppo prodotto devono portare avanti. L’alta direzione deve concentrarsi sulla definizione dell’indirizzo dello sviluppo prodotto innovativo identificando i criteri in base a cui vengono valutate le opportunità e impegnando le risorse al perseguimento delle opportunità che soddisfano tali criteri. Molte aziende iniziano il processo di innovazione ponendo domande quali “Questo prodotto soddisfa un’esigenza di un cliente a un prezzo ragionevole?”. Nella risposta a questa domanda verranno identificate le innovazioni che potrebbero interessare il mercato. Un’altra domanda da porre è la seguente: “Questo prodotto è adatto ai processi tecnologici, di marchio e di produzione correnti?”. Apertura del processo di innovazione Le grandi organizzazioni tendono a convogliare i nuovi progetti di sviluppo verso stage/gate, rinunciando spesso alla creatività. Un nuovo modo di generare idee è tramite l’innovazione aperta, un termine coniato da Henry Chesbrough, professore presso la University of California, Berkley. L’innovazione aperta fa riferimento all’afflusso e al deflusso delle conoscenze utilizzate per accelerare l’innovazione interna. Secondo l’idea centrale alla base dell’innovazione aperta, in un mondo in cui le conoscenze sono largamente distribuite, le aziende non possono permettersi di affidarsi interamente alla propria ricerca, ma dovrebbero sviluppare una strategia per trovare idee sia all’interno sia all’esterno dell’organizzazione. Ciò potrebbe comportare l’acquisto o la concessione in licenza di processi o invenzioni (ad esempio, brevetti) di altre aziende. L’innovazione aperta, pertanto, è l’antitesi del modo di lavorare dei tradizionali reparti di ricerca e sviluppo. Molti programmi di sviluppo prodotto innovativi non hanno successo non a causa di problemi di progettazione tecnica, ma a causa di fallimenti organizzativi. Da un punto di vista organizzativo, le aziende devono coinvolgere uno sponsor esecutivo valido nella strategia di innovazione e assicurarsi che siano disponibili un insieme definito di strumenti, processi, tecniche e una formazione per sviluppare le idee. Inoltre i produttori devono sviluppare un chiaro insieme di criteri di selezione e filtro per eliminare le idee non valide e concentrarsi su quelle buone. Grazie all’apertura del processo di innovazione, le aziende possono generare più rapidamente nuove idee per i prodotti utilizzando le risorse sia interne sia esterne e identificare più velocemente le tendenze globali. I produttori devono imparare a considerare l’innovazione e la gestione delle idee una vera e propria disciplina aziendale e una strategia di crescita. Come evitare il pregiudizio “Non inventato qui” (NIQ) La sindrome “Non inventato qui” sviluppa il concetto di innovazione aperta di Chesbrough e indica la cultura aziendale o istituzionale persistente secondo cui, a causa delle loro origini esterne, non vanno utilizzati o acquistati prodotti preesistenti e vanno evitate la ricerca o le conoscenze. Nella produzione ciò equivale a rifiutare una potenziale soluzione, o l’idea di un nuovo prodotto, perché non è stata sviluppata internamente. A causa del sintomo prevalente di NIQ sono state ignorate soluzioni affermate, si sono sprecati tempo e denaro e, di conseguenza, si sono perse delle opportunità. In realtà molte organizzazioni hanno creato nuovi prodotti di successo sfruttando idee o concetti esistenti e applicandoli in modo innovativo o migliorandoli. I leader che adottano soluzioni innovative cercano le idee migliori sia all’interno sia all’esterno dell’organizzazione. Alla luce della globalizzazione e di un’ampia gamma di idee innovative, il pregiudizio NIQ va riconsiderato. L’alta direzione dovrebbe cercare di cambiare questo tipo di cultura aziendale per incoraggiare la collaborazione tra partner e promuovere l’innovazione. “Non tutte le persone intelligenti lavorano per voi”, afferma Chesbrough. “Sfruttando le scoperte degli altri, le aziende possono produrre ottimi risultati”. Come dare una voce ai clienti Centinaia, migliaia, forse milioni di utenti utilizzano il vostro prodotto tutti i giorni e sono nella posizione ideale per suggerire feature e miglioramenti da apportare in futuro. Molti produttori danno voce ai loro clienti nello sviluppo futuro dei prodotti. La chiave per integrare il feedback dei clienti nel processo di innovazione consiste nel porre domande che richiedano una risposta che propone una sfida in grado di generare soluzioni reali invece di idee scollegate o suggerimenti senza una possibile implementazione. I siti dei media sociali hanno reso più facile che mai per le organizzazioni avere un forum aperto tramite il quale i clienti possono condividere opinioni, critiche e domande sui prodotti attuali e futuri. Ottenere e integrare il feedback dei clienti sui prodotti è una parte fondamentale della strategia di innovazione dei prodotti dell’azienda. In seguito all’integrazione delle opinioni dei clienti nel processo di progettazione si riduce il tempo di rielaborazione in fase di sviluppo. L’adozione e la soddisfazione dei clienti risultano accelerate perché la loro voce viene integrata nel progetto generale. Immagine di faith goble

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>