Cliente Creo: la gru mobile più alta del mondo progettata con il software Creo di PTC

Come si monta l’alloggiamento di una turbina da 90 tonnellate o un rotore di elicottero con un diametro di 50 metri sulla torre di una turbina a vento a un’altezza di oltre 100 metri? Con la gru mobile più alta e più robusta del mondo, la Liebherr LTM 11200-9.1.

Questa gru da record è stata progettata e prodotta da Liebherr, Germania. Anche per fare parte del team di progettazione è necessario essere alti e robusti. Ho parlato con Werner Knehr di Liebherr, che è stato personalmente coinvolto in questo progetto, per saperne di più sui problemi riscontrati. Ha spiegato che mentre numerosi aspetti del progetto della gru mobile sono stati perfettamente compresi dal team di Liebherr, il progetto LTM 11200-9.1 ha spinto tutto ai limiti estremi: il bilanciamento dei momenti anteriori e posteriori, i requisiti per lo sterzo dell’asse anteriore e posteriore, il telaio a più assi, il mantenimento del peso totale della gru sotto il limite massimo consentito per le strade nei paesi di tutto il mondo.

Per soddisfare questi requisiti, sono state esaminate alternative di progettazione diverse e si sono rivelate necessarie modifiche di progettazione frequenti e non pianificate per ottenere la soluzione ottimale. Ed è a questo punto che entrano in gioco le soluzioni di progettazione Creo di PTC. Grazie agli strumenti di modellazione diretta di Creo, il team è riuscito a riutilizzare e riprogettare le parti esistenti dei progetti precedenti, gestire le modifiche di progettazione imprevedibili per ridurre il peso, ottimizzare la torsione delle gru telescopiche e addirittura soddisfare i nuovi requisiti dei nuovi mercati e delle nuove applicazioni. Secondo Knehr “il software Creo velocizza il processo di progettazione e lo rende molto più efficace”.

Image courtesy of Liebherr Group

Vi è un ultimo aspetto degno di essere menzionato: Liebherr utilizza gli strumenti parametrici e diretti di Creo di PTC in tutta l’azienda per abbinare al meglio l’approccio di modellazione con la strategia di progettazione dei prodotti di ciascun gruppo aziendale. In un prossimo blog analizzeremo come Liebherr progetta le gru per l’utilizzo in mare aperto, ad esempio sulle piattaforme petrolifere, utilizzando l’approccio parametrico di Creo. E se, come me, guardare questa gru vi fa tornare bambini, anche voi potete possedere il modello in scala 1:50 della Liebherr LTM 11200-9.1.

Questo articolo è stato pubblicato in Clienti Creo e ha le etichette , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

2 Commenti

  1. Pubblicato 24 ottobre 2011 alle 2:17 pm | Link Permanente

    Un articolo veramente illuminante ed interessante: un esempio di tecnologia e meccanica classica fuse insieme ottimamente per ottenere un risultato di “enormi proporzioni”. Solo, non vedo per niente secondario il fatto che Liebherr utilizzi Creo e gli strumenti del PDS di PTC!

  2. gianni
    Pubblicato 11 giugno 2014 alle 2:49 pm | Link Permanente

    D’accordo con Luca, articolo bello e veramente una bella gru.
    Spesso giro su vari siti, come http://www.machineryzone.it/usato/1/autogru.html, x vedere se c’è qualche novità e cosa c’è sul mercato.
    Qui si trovano anche spiegazioni tecniche.

    Grazie
    Gianni

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>