Concetto rivoluzionario: l’importanza delle prime fasi di progettazione

concept

La fase preliminare di qualsiasi progetto di sviluppo di nuovi prodotti è il conceptual design. In questa prima fase gli ingegneri e i progettisti esplorano rapidamente le idee e le perfezionano nell’ambito di sessioni di brainstorming a ruota libera, collaborative, durante le quali viene considerata e valutata un’ampia gamma di progetti, sotto forma di sketch, layout e disegni 2D e rendering e modelli 3D, fino a quando non viene scelto collettivamente un conceptual design finale. In questo arco di tempo le idee possono venire disegnate approssimativamente su una lavagna o su carta. In uno studio recente relativo alle tendenze di conceptual design, condotto da PTC, vengono illustrati i metodi con cui vengono acquisiti le idee o i conceptual design.

Secondo il sondaggio, la gran parte dei 214 partecipanti al sondaggio (27%) ha indicato che i conceptual design vengono acquisiti elettronicamente sotto forma di dati 3D. Ma, subito dopo, il 21% dei partecipanti ha specificato che i concetti vengono condivisi più frequentemente tramite sketch disegnati a mano su carta. Indipendentemente dalla modalità di acquisizione delle idee, il conceptual design è quella fase in cui i cervelli di un’azienda si riuniscono per generare idee, che, a loro volta, vengono valutate, modificate, combinate e risviluppate.

Le idee più innovative vengono generate passando da una fonte all’altra, filtrando le varie prospettive di ogni partecipante fino a quando non viene approvato un progetto proposto. L’identificazione precisa dei requisiti del prodotto finale (finalità del progetto) è estremamente importante in questa fase, in quanto comporta la definizione dei criteri in base ai quali devono venire vagliate le idee per garantire che il prodotto soddisfi gli obiettivi. Man mano che le idee vengono valutate, devono venire analizzate in termini di soddisfazione di obiettivi e requisiti. Le aziende devono inoltre valutare realisticamente la tecnologia corrente a loro disposizione e determinare se sia sufficiente per completare la progettazione e la produzione del prodotto proposto.

Un altro motivo per cui la fase di concetto è fondamentale nella progettazione di nuovi prodotti è perché questa è la fase in cui viene sostenuta la maggior parte dei costi totali di sviluppo. Secondo l’American Association of Mechanical Engineers (ASME), quasi il 75% dei costi di produzione di un tipico prodotto viene sostenuto entro la fine della fase concettuale, il che significa che solo il 25% dei costi di un prodotto può essere influenzato dalle decisioni prese dopo questo periodo. Il sondaggio PTC, che è stato condotto nel mese di luglio 2011, conferma questa statistica. I risultati mostrano che il 61% dei partecipanti sostiene che il 61% dei costi di sviluppo totali di un prodotto venga sostenuto in questa fase della progettazione. Un altro 43% afferma che il 71% dei costi totali di un prodotto è fisso nel momento in cui termina la fase di conceptual design. Di conseguenza, se le decisioni prese in questa prima fase della progettazione non sono valide, i produttori rischiano di perdere gran parte del denaro speso ancora prima dell’inizio della produzione.

I concetti validi richiedono tempo
Un errore comune che i produttori commettono è concentrarsi su un conceptual design troppo presto e passare alla fase di progettazione dettagliata troppo in fretta. Spesso ciò è dovuto a pressioni esterne da parte della direzione e del personale di vendita e marketing. Secondo il sondaggio PTC, il 67% dei partecipanti ha indicato che dedica meno del 30% del tempo totale dello sviluppo prodotto alla fase di conceptual design. Ne risulta che spesso vengono prese pessime decisioni di progettazione che comportano notevoli costi a valle quando iniziano a sorgere problemi nelle fasi successive. Per evitare questi disastri, i produttori devono prendere tempo in questa fase cruciale e lasciare ai progettisti il tempo sufficiente per valutare più idee e progetti. Secondo il sondaggio PTC, il 71% dei partecipanti ha affermato di esplorare e valutare tra due e cinque conceptual design prima di passare alla fase di progettazione dettagliata dello sviluppo. Di questo gruppo, quasi la metà (49%) esamina solo due o tre conceptual design. Sebbene non via sia un numero preciso di modelli concettuali da valutare prima di procedere con i progetti proposti, i progettisti dovrebbero avere gli strumenti e il tempo di valutare il maggior numero di progetti possibile. Immagine di Jordanhill School D&T Dept

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>