Creo 1.0: ecco le applicazioni: Creo Parametric

Quando PTC introdusse Pro/ENGINEER alla fine degli anni ’80, era un prodotto rivoluzionario. Era il primo sistema sul mercato con modellazione di solidi basata su feature, associativa e parametrica. Da allora Pro/ENGINEER è cresciuto su quello slancio e quella reputazione con l’aggiunta di funzionalità ed estensioni avanzate e con una modellazione parametrica sempre più potente ad ogni release. Perché parlare del passato? Questa settimana in combinazione con l’evento PlanetPTC Live a Las Vegas, PTC lancia Creo 1.0 e con esso, Creo Parametric sostituirà Pro/ENGINEER.  

Creo Parametric è l’applicazione di modellazione parametrica 3D della famiglia di software di progettazione Creo 1.0. Le funzionalità, le estensioni e la potenza sono le stesse che trovate in Pro/ENGINEER, ma Creo Parametric offre di più perché include un livello di percezione e interazione dell’utente con il prodotto nuovo e allo stato dell’arte.

John Buchowski, VP dello sviluppo prodotto per Creo, ci racconta di più:

GH: chi utilizza Creo Parametric?
Buchowski: In genere, Creo Parametric viene utilizzato dall’esperto CAD che deve capire e acquisire bene le finalità di progettazione durante il processo di progettazione, ad esempio, per aiutare la conduzione dei processi downstream in modo più efficiente, aumentare l’automazione e l’ottimizzazione della progettazione e così via. Il profilo dell’utente di Creo Parametric è lo stesso di chi attualmente utilizza Pro/ENGINEER.

GH: Creo Parametric sfrutta la tecnologia di Pro/ENGINEER?
Buchowski: Sì, abbiamo sfruttato gli elementi migliori della tecnologia di Pro/ENGINEER, la robustezza, l’ampiezza e la potenza. Successivamente li abbiamo abbinati alle tecnologie innovative di Creo quali AnyRole Apps, AnyMode Modeling e AnyData Adoption. E come tutte le applicazioni della famiglia Creo, Creo Parametric utilizza il modello di dati comune per un’interoperabilità ottimale.

GH: Come avete ottenuto lo stato dell’arte nel livello di percezione e interazione dell’utente con il prodotto?
Buchowski: Abbiamo adottato un approccio basato sull’interfaccia della barra multifunzione in tutte le applicazioni Creo, un modo molto simile agli approcci standard che si riscontrano nelle applicazioni Microsoft. Microsoft aveva aggiunto l’interfaccia della barra multifunzione alle principali applicazioni di Office 2007, vale a dire Word, Excel, Access e PowerPoint. Con Microsoft 2010, la barra multifunzione è stata introdotta in TUTTE le applicazioni Office e ora Microsoft la utilizza anche in altri software, quali Windows, Microsoft SQL Server e Microsoft Dynamics CRM 2011. Anche le applicazioni di Windows 7, Paint e WordPad, utilizzano l’interfaccia della barra multifunzione. Nonostante non possa parlare direttamente per Microsoft, ritengo si possa tranquillamente presumere che non sia stato pianificato di ritirare questa interfaccia utente. Riteniamo che il livello di percezione e interazione dell’utente con il prodotto ottenuto con la barra multifunzione sia lo stato dell’arte. L’enorme vantaggio garantito dall’adozione di un’interfaccia utente standard del settore è rappresentato dal fatto che molti utenti possono sfruttare la propria familiarità con altri prodotti basati su Fluent, in genere gli stessi prodotti Microsoft Office, e utilizzare subito con successo le applicazioni Creo. I principianti possono concentrarsi immediatamente sulla natura e sulle funzionalità specifiche delle applicazioni PTC, senza essere distratti dalla presentazione o dalla navigazione dell’interfaccia utente. Gli utenti esperti, invece, avranno bisogno di un minor numero di scelte rapide, programmi, soluzioni alternative e così via sviluppati internamente per svolgere le attività quotidiane.

GH: A parte il livello di percezione e interazione dell’utente con il prodotto allo stato dell’arte, quali sono le altre novità di Creo 1.0?
Buchowski: Per gli utenti che hanno familiarità con Pro/ENGINEER Wildfire 5.0, abbiamo aggiunto un nuovo insieme di funzionalità importanti quali le funzionalità di modellazione sottodivisionale di stile libero, centinaia di miglioramenti richiesti dagli utenti e nuove estensioni, quali Creo Flexible Modeling Extension (FMX). In generale, Creo Parametric offre un livello di percezione e interazione dell’utente con il prodotto e una produttività tramite desktop di gran lunga migliori.

Per ulteriori informazioni su Creo Parametric, visitate le pagine di prodotto sul sito Web www.ptc.com.

Questo articolo è stato pubblicato in Novità di Creo 1.0 e ha le etichette , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>