La carenza globale di ingegneri rappresenta un problema per l’industria

help-wanted

Mentre molti paesi sono alle prese con tassi di disoccupazione elevati, le società tecnologiche a Silicon Valley e in altre regioni high-tech stanno lottando tra di loro per aggiudicarsi le risorse con più talento. I potenziali candidati vengono allontanati dai loro lavori e vengono loro offerti benefici come iPad, stock option e l’opportunità di portare i cani al lavoro.

Secondo i dirigenti tecnici e gli addetti all’assunzione, la carenza di ingegneri qualificati è peggiorata notevolmente negli ultimi sei mesi, mentre i venture capitalist iniziano a investire di nuovo nel mercato. Nei centri tecnologici, come Silicon Valley, Austin, New York e Seattle, le nuove imprese stanno di nuovo prosperando e ora sono in competizione per aggiudicarsi lo stesso gruppo di ingegni proprio come le società più consolidate.

Negli Stati Uniti le domande di assunzione per tutti i tipi di posti da ingegnere sono nuovamente in aumento. Sono il 68% in più rispetto al punto minimo di recessione, secondo Wanted Analytics, un fornitore di informazioni commerciali per il settore delle assunzioni. La domanda corrente nell’industria manifatturiera ha raggiunto il picco: tra i settori principali figurano gli autocarri pesanti, i semiconduttori, la farmaceutica, gli apparecchi medicali e l’aviazione. A Detroit, negli ultimi 60 giorni, sono state pubblicate oltre 2.217 offerte di lavoro da ingegnere.

Aumenti della domanda globale
Non sono solo gli Stati Uniti a soffrire di una carenza importante di ingegneri. Molti paesi stanno registrando una riduzione nel numero di giovani, in particolare donne, che studiano ingegneria. Ciò è molto preoccupante per le economie che sperano di uscire dalla recessione globale.

Nel Regno Unito diverse industrie stanno lottando contro la carenza di talenti ingegneristici, compresi i settori aerospaziale, manifatturiero e di generazione di corrente. “Le aziende non possono crescere perché mancano i lavoratori formati”, afferma Vince Cable, ministro del commercio britannico. “Il numero di laureati disoccupati sta crescendo mentre c’è una carenza cronica di laureati in scienze, in particolare di ingegneri”.

Per secoli la Germania è stata leader mondiale nel settore tecnologico. Oggi, tuttavia, i giovani tedeschi non si iscrivono più alla facoltà di ingegneria. Dieci anni fa, gli studenti di ingegneria erano il doppio in Germania, secondo l’associazione tedesca di ingegneri. Secondo l’Istituto tedesco di economia, attualmente c’è bisogno di 117.000 tra ingegneri, scienziati, esperti e tecnici IT. Le società tedesche che sperano di sfruttare il ripristino economico sono molto preoccupate.

Allarmato da ciò che questa carenza potrebbe significare in termini di iniziative aziendali globali, il paese ha lanciato una campagna pubblicitaria a livello nazionale per promuovere le carriere in ingegneria tra i giovani studenti. “La carenza di ingegneri è l’ostacolo principale all’innovazione della Germania”, afferma Markus Roeser di Do Things, una coalizione di 80 tra aziende, università e istituti di ricerca creata per colmare il divario ingegneristico. “Il mantenimento del potenziale creativo della Germania è a rischio”.

Perché le donne sono ancora una minoranza nel campo dell’ingegneria
Molti paesi hanno organizzato campagne simili per incoraggiare le donne a studiare ingegneria. Nel periodo tra il 1980 e il 1990, la proporzione di donne che hanno intrapreso una carriera ingegneristica era compresa tra il 10% e il 20%. Nel 2000, tuttavia, la proporzione era in declino e oggi la percentuale di ingegneri donne è inferiore al 10%.

Secondo uno studio recente condotto dalla University of Wisconsin-Milwaukee, le donne hanno più probabilità di lasciare i posti da ingegnere più a causa di un ambiente di lavoro sgradevole che per motivi di famiglia. Quasi metà delle donne che hanno partecipato al sondaggio ha segnalato le condizioni di lavoro e problemi come l’impossibilità di fare carriera e stipendi bassi tra le ragioni di abbandono dei posti di lavoro.

Un terzo delle donne che non hanno intrapreso una carriera ingegneristica dopo la laurea non l’ha fatto a causa dell’inflessibilità del settore o del mancato supporto delle donne sul posto di lavoro.

Richiamo degli ingegneri in pensione
Con un numero ridotto complessivo di studenti di ingegneria alle università, alcune organizzazioni e alcuni governi stanno contattando i pensionati per chiedere aiuto. In Sud Africa, recentemente, il Ministero dei lavori pubblici ha organizzato una campagna allo scopo di richiamare gli ingegneri edili qualificati in pensione perché aiutino nella formazione.

“Si tratta di una mossa necessaria che non sarebbe potuta arrivare in un momento migliore. Dimostra un approccio pragmatico e ragionevole da parte del nostro governo alla risoluzione dell’attuale carenza di talenti ingegneristici”, afferma Tess Marshall, amministratrice delegata dell’assunzione di ingegneri presso Network Recruitment. “Secondo la ricerca, l’età media dei professionisti dell’industria oggi è 50-55 anni e, sebbene la nuova generazione sia qualificata, non ha necessariamente l’esperienza richiesta”.

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>