Perché il CAD non può essere più semplice?

Da anni, gli analisti del settore descrivono il CAD 3D come una tecnologia “matura” e talvolta addirittura come un “bene”. Sicuramente, però, non viene percepito come tale quando si deve imparare a utilizzare il software. La tecnologia non dovrebbe diventare più semplice e più accessibile con il tempo? Avete mai utilizzato LISTSERV, implementato telnet nel vostro sito Web o impostato l’ora sui vostri dispositivi elettronici? Probabilmente non con la frequenza del passato. Nonostante tutto il resto diventi più semplice, il CAD sembra diventare più complicato. Tutti gli ingegneri e i progettisti che si occupano di sviluppo prodotto sanno che per padroneggiare un nuovo strumento CAD possono essere necessari 3 mesi o più di formazione e di pratica. Quali altri strumenti richiedono ormai una simile formazione? Potenza anziché facilità di utilizzo Il motivo per cui il software di progettazione è così complicato risiede nel fatto che gli ingegneri CAD (e i relativi fornitori) in genere preferiscono la potenza rispetto alla facilità di utilizzo. I miglioramenti dell’interfaccia utente, le funzionalità automatizzate e i moduli specializzati riducono i tempi di progettazione e aggiungono funzionalità al CAD 3D di base. Ciò determina, tuttavia, una curva di apprendimento più impegnativa con ogni release, che costituisce un problema. Lamentele in relazione al CAD Nel mese di ottobre 2010 PTC ha condotto un sondaggio globale su oltre 4.000 utenti di prodotti CAD, ai quali è stato chiesto quali fossero i principali problemi riscontrati in relazione al CAD. I risultati non sono stati una sorpresa:

  • Il 32% si è lamentato della modifica di un progetto CAD, soprattutto se creato da altri.
  • Il 19% ha dichiarato che non esiste un metodo efficace per utilizzare in modo produttivo i dati provenienti da più sistemi CAD.
  • Il 14% incontra difficoltà nella creazione/convalida di più configurazioni di prodotti complessi e di grandi dimensioni.
  • Il 10% ha segnalato di dover rispondere a un numero eccessivo di richieste da altri reparti.
  • Il 9% ritiene frustrante occuparsi della formazione e del mentoring di utenti nuovi/meno esperti.

I risultati riportati in grassetto sono correlati alla facilità di utilizzo e rappresentano oltre la metà di tutti i problemi riscontrati dagli utenti CAD. CAD non ancora maturo Il CAD non è ancora maturo o definibile come un “bene”. Presenta ancora importanti problemi e significative opportunità di innovazione.

  • Deve essere più facile da utilizzare, non solo per gli utenti attuali, ma anche per tutte le parti coinvolte o che devono apportare modifiche nello sviluppo prodotto. 
  • Deve essere meno monolitico. Quasi tutti i fornitori dispongono oggi di un’unica applicazione monolitica che tenta di soddisfare le esigenze di ogni ruolo e ogni livello di utente dei team di progettazione tecnica e di produzione.
  • Non può essere semplificato. La semplificazione dello strumento comprometterebbe la produttività degli utenti esperti, che incontrano difficoltà ad accettare una nuova interfaccia utente semplificata e la potenziale mancanza di funzionalità.

Strategia Creo AnyRole Apps È opportuno riconsiderare radicalmente il CAD. Anziché offrire un’applicazione monolitica che tenta di soddisfare le esigenze di numerosi utenti, potremmo disporre di una gamma di applicazioni in grado di gestire le esigenze dei diversi ruoli all’interno di un’azienda. Tale strategia potrebbe offrire numerosi vantaggi:

  1. Nessuna perdita per gli utenti esperti, che continuano a utilizzare l’intera gamma di funzionalità attualmente in uso, passando da un’applicazione all’altra senza problemi né interruzioni.
  2. Gli utenti occasionali utilizzano le applicazioni più appropriate per le esigenze e i ruoli specifici. Tali applicazioni potranno essere più semplici, senza tutte le funzionalità e complessità.
  3. I non utenti potranno partecipare in modo più efficiente allo sviluppo prodotto. Immaginate applicazioni di visualizzazione e annotazione di facile utilizzo, strumenti di sketch e applicazioni di modellazione 3D facilmente accessibili che risultano pratici per chiunque. Il coinvolgimento di un maggior numero di persone affinché contribuiscano allo sviluppo prodotto garantisce livelli superiori di innovazione e creatività e pertanto prodotti di qualità superiore.

Che cosa ne pensate? Al successo di un prodotto potrebbero contribuire più persone se disponessero di applicazioni appropriate per catturarne le idee e il feedback?

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>