Il punto di vista del CIO: economizzare, investire e imparare da Google

Nonostante il periodo di difficoltà economiche non sia completamente terminato, è sensazione comune che il 2011 sarà un anno record per i produttori. Di conseguenza, molti CIO spostano la propria attenzione dalla semplice sopravvivenza al superamento della concorrenza. In questa intervista in due parti parleremo con Roberto Dolci, CIO di System Logistics. System Logistics appartiene a System Group, leader globale nel settore dell’automazione industriale.

System Logistics progetta e produce macchinari e sistemi completi per soluzioni di immagazzinamento automatizzate, da semplici macchinari configurabili a grandi stabilimenti in grado di gestire oltre 800.000 camion di merci all’anno.

GH: Quali tendenze tiene d’occhio in qualità di CIO di System?
Dolci: Sono interessato a qualsiasi tendenza che mi consenta di concentrarmi sulle tre aree che garantiscono il successo nel mio ruolo:

  • Incremento della produttività della forza lavoro. È la mia prima priorità. A tale scopo, nel 2010 abbiamo valutato i nostri strumenti di progettazione tecnica.
  • Ottimizzazione del riutilizzo della proprietà intellettuale e delle risorse correnti. A tale scopo, sto prendendo in considerazione la virtualizzazione e l’apertura delle applicazioni.
  • Velocizzazione dello sviluppo prodotto. A questo proposito ricerco nuovi modi per gestire in modo più efficiente le configurazioni dei nostri macchinari e per riutilizzare quanto è già stato progettato.

GH: Negli ultimi anni, nel settore manifatturiero si è cercato di economizzare. Ciò influisce sul suo ruolo di CIO?
Dolci: I CIO di successo sempre più spesso passano da strategie di riduzione dei costi a un maggiore allineamento dei propri obiettivi a quelli aziendali. Nella nostra azienda, ad esempio, l’innovazione e la leadership tecnologica delle nostre soluzioni rivestono importanza critica e costituiscono un fattore distintivo chiave. La nostra filosofia è orientata al cliente, con cui ci consultiamo e co-progettiamo i prodotti.

GH: Come si allineano i suoi obiettivi a quelli aziendali?
Dolci: Ritengo che il mio ruolo e il mio obiettivo siano consigliare e implementare tecnologie in grado di supportare processi che consentono di promuovere innovazione e nuova tecnologia nei nostri prodotti. Più importante di qualsiasi idea iniziale, francamente spesso veloce e a buon mercato, è ricercare soluzioni che ci consentano di individuare i concetti che meritano l’ingente investimento in termini di tempo, denaro e mindshare aziendale necessario per trasformarli in prodotti. Cerco quindi soluzioni in grado di supportare il rapido sviluppo di tali idee in soluzioni.

GH: Come può il CIO contribuire a favorire l’innovazione e la creatività di un’azienda?
Dolci: È innanzitutto necessario assumere una prospettiva a livello aziendale in merito a come promuovere innovazione e creatività. Si prenda ad esempio Google. Tutti i dipendenti di Google possono dedicare il 20% del proprio tempo ai propri progetti. Molti di loro collaborano su idee che spesso non hanno nessuna attinenza con i progetti o le responsabilità correnti. Molte di queste idee si evolvono in soluzioni reali. Il 50% dei nuovi prodotti e delle nuove funzionalità deriva da idee generate in questo modo. Immaginate se fosse possibile incoraggiare questo tipo di condivisione delle idee e di sviluppo delle reciproche idee per generare nuovi prodotti e nuove funzionalità per il nostro mercato.

GH: Come è possibile applicare questa idea a una tipica azienda manifatturiera?
Dolci: Innanzitutto, è necessario riconoscere che alcune delle migliori idee provengono dalla collaborazione delle persone e dal loro sviluppo dell’idea in una soluzione. Dobbiamo inoltre riconoscere che chiunque all’interno dell’organizzazione può contribuire a un’idea. Mentre per Google gli elementi di base della visualizzazione delle idee sono i programmi software, per noi la visualizzazione avviene prevalentemente tramite i dati di progettazione.

Quali aree della tecnologia state esaminando in supporto di un miglioramento dell’innovazione e della creatività della vostra azienda?

Dolci: Stiamo cercando soluzioni in grado di favorire l’innovazione nell’intera azienda e consentire alle persone di catturare le proprie idee, condividerle e svilupparle. Cerchiamo inoltre soluzioni che supportino una vasta gamma di utenti: utenti che non hanno esperienza nell’utilizzo di strumenti di progettazione, utenti che li utilizzano occasionalmente e utenti che se ne avvalgono costantemente ogni giorno.

GH: Come misurate il rendimento dell’investimento per tali tecnologie?
Dolci: Alla fine della giornata, misuriamo la produttività e la velocità degli utenti nella progettazione, nello sviluppo e nella distribuzione di nuovi prodotti sui nostri mercati. Nella seconda parte dell’intervista, Roberto Dolci condividerà le proprie opinioni su Creo e sui vantaggi che potrà offrire a System Group al fine di favorire innovazione e nuova tecnologia nello sviluppo prodotto.

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. Scrivi un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Un Trackback

  1. Al PTC Technology Forum del 16 giugno 2011, Lotto, Oto Melara, System e Vimar, aziende italiane leader riconosciute a livello mondiale, condivideranno la propria esperienza in termini di miglioramento dei processi e dell’efficienza operativa attraverso le soluzioni PTC e una gestione più efficace dello sviluppo prodotto. Per iscriversi al PTC Tecnology Forum 2011 a Modena basta cliccare sul seguente link: http://www.ptc.com/go/technologyforum

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>