Un minuto circa: come cambiano le modalità di lavoro con Creo? (parte 6)

Tutte le operazioni dovranno essere eseguite con un unico tipo di file? È possibile utilizzare sistemi Mac? In questo gruppo di video, Mike Campbell, Divisional Vice President per lo sviluppo dei prodotti Creo, risponde a queste e altre domande in merito ai cambiamenti che potranno essere apportati da Creo alle modalità di lavoro. Di seguito è riportata una sintesi in poche parole delle risposte. Se invece desiderate la risposta dettagliata guardate i video completi.

D. Creo sarà disponibile su piattaforme Apple?
“Nel tempo, alcune applicazioni supporteranno Mac”.

D. È possibile lavorare in una modalità (ad esempio la modellazione diretta) e passare facilmente a un’altra (ad esempio quella parametrica)? “Sì”.


 D. La suite di applicazioni di progettazione Creo utilizzerà un unico tipo di file e un’unica estensione?
“No. Modello comune NON significa formato di file comune”.

D. È possibile passare facilmente da un’applicazione all’altra? Che cosa accadrà ai dati tra le applicazioni?
“Sì. È una parte importante della nostra strategia”.

Questo articolo è stato pubblicato in Info su Creo e ha le etichette , , , , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. I trackbacks sono chiusi ma puoi scrivi un commento.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>