Il mercato CAD cresce, ma i problemi permangono

Negli anni Novanta, il mondo CAD è stato caratterizzato da un notevole entusiasmo per l’introduzione degli strumenti di modellazione solida 3D e la promessa di una conseguente trasformazione radicale delle modalità di progettazione dei prodotti. Le innovazioni, come la modellazione parametrica, furono ampiamente adottate dalle organizzazioni lungimiranti che intendevano superare la concorrenza. Le aziende concorrenti seguirono presto l’esempio e nel corso del decennio la modellazione 3D divenne un vantaggio competitivo di cui le aziende non potevano più fare a meno. Da allora, tuttavia, le innovazioni radicali nel mondo CAD sono diminuite. I fornitori hanno introdotto miglioramenti incrementali alla propria tecnologia, ma senza gli eccezionali “miracoli” del passato. Le nuove release dei sistemi CAD si sono concentrate su miglioramenti dell’interfaccia utente, maggiore automazione delle funzionalità e moduli specializzati. I paradigmi di modellazione di base sono rimasti invariati e ciò ha indotto molti a ritenere che il mercato CAD abbia raggiunto la maturità o la stagnazione. In genere, i settori raggiungono questo punto della propria evoluzione perché tutti i problemi importanti sono stati risolti. Nell’area critica dello sviluppo prodotto, tuttavia, permangono ostacoli significativi. La facilità di utilizzo costituisce ancora un problema fondamentale, in presenza di un maggior numero di persone che contribuisce e apporta modifiche ai prodotti nel corso del relativo ciclo di sviluppo. Anche la gestione degli assiemi e l’interoperabilità sono ancora problematiche per le aziende. Dove esistono problemi importanti esistono anche grandi opportunità di innovazione. In un recente sondaggio globale di PTC è stato chiesto a oltre 4.000 utenti di tutti i prodotti CAD quali fossero i principali problemi riscontrati. Questi i risultati principali 

  • 32% Apportare modifiche a un progetto CAD, specialmente se creato da altri
  • 19% Assenza di un metodo efficace per utilizzare in modo produttivo i dati provenienti da più sistemi CAD
  • 14% Difficoltà di creazione/convalida di più configurazioni di prodotti complessi e di grandi dimensioni
  • 10% Rispondere tempestivamente alle richieste di altri reparti
  • 9% Formazione e mentoring di utenti nuovi/meno esperti

Che cosa ne pensate? Ritenete che il CAD abbia raggiunto la maturità? I risultati del sondaggio corrispondono alle vostre esperienze? Inserite un commento per iniziare una discussione. Eseguite inoltre la sottoscrizione a questo blog e aiutateci a ridefinire il mercato del CAD meccanico.

Questo articolo è stato pubblicato in Progettazione rivoluzionata e ha le etichette , , . Aggiungi ai preferiti: link permanente. Scrivi un commento o lascia un trackback: Trackback URL.

Pubblica un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <pre> <q cite=""> <s> <strike> <strong>